Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

©10 Gennaio 2014 Revive Israel Ministries

L’Anticristo

(prima parte) Di Asher Intrater

C’è una figura biblica a cui la Bibbia si riferisce con il titolo di Anticristo descritto come “l’uomo del peccato” cioè la pienezza del peccato fatta carne (2 Tessalonicesi 2:3). Soltanto una persona adempirà queste profezie alla fine dei tempi. Questa persona non è ancora stata rivelata. Eppure allo stesso tempo,”l’anticristo” è anche una tipologia o modello, che puo essere manifesto in piu’ persone in tempi e in luoghi diversi.

1 Giovanni 2:18 – Come avete udito, l’anticristo deve venire e di fatto già ora sono sorti molti anticristi. Da questo conosciamo che è l’ultima ora.

In questo verso possiamo vedere un duplice adempimento della profezia: uno è al singolare specifico e futuro; l’altro è di diverso tipo cioè occorre in diverse situazioni. La Profezia va valutata secondo due diverse dimensioni:l’ adempimento finale, e l’ applicazione al tempo presente. Per questa ragione le profezie dei tempi della fine spesso sembrano viaggiare su tempi diversi: uno  presente e attivo in ogni generazione, e l’altro  futuro e finale  per l’ultima generazione.

Cosi avendo gli eventi profetici una doppia tempistica – presente e futura, dobbiamo relazionarci ad entrambe le dimensioni – quella presente e quella futura, imparando quindi a come interpretare.

1 Giovanni 2: 22 – Chi è il bugiardo se non  colui che nega che Gesu’ è il Cristo? Egli è l’anticristo, che nega il Padre e il Figlio.

Ancora, l’anticristo è anche uno spirito d’ inganno. Esiste una subdola menzogna che  penetra  nella nostra cultura, nei media nelle accademie, nelle religioni e perfino nei nostri pensieri – che si oppone alla semplice fede e alla sottomissione a Dio e al Signore Gesu’.

Quindi abbiamo l’anticristo degli ultimi tempi, ci sono anticristi in molte generazioni,  e  potrebbe  esserci lo spirito dell’anticristo residente nella nostra propria carne: orgoglio e ribellione che mostrano resistenza all’autorità di Dio nella nostra vita.


Baba Sali

Di Roni Rejuwan

La città di Netivot nel Israele del sud è uno dei centri del Giudaismo mistico e del Kabbalismo. Baba Sali( il maesto di Israele Abuhazerah), morto circa 40 anni fa, era conosciuto come un operatore di miracoli. Ogni anno a Netivot  si organizza la “Hillula” ( una celebrazione selvaggia) in sua memoria. Quest’anno  il nipote di Sali ha dichiarato e ne è stata data notizia alla televisione e alla radio che “Baba non è morto. La sua anima è ancora presente e vive ancora oggi fra di noi. Se lo preghi ti darà guarigione, salvezza, e perfino redenzione alla nazione.” Oggi in Israele ci sono molti gruppi Hassadici che credono che i loro Maestri vivi o morti che siano, possano essere dei Messia. Questo dimostra un profondo bisogno di salvezza, ma altrettanto rivela  la complessità dell’inganno religioso che piaga il nostro popolo. Pregate perché possano avere rivelazione della vera redenzione.

 


Egitto

Questa settimana sono state aperte le scatole per il ballottaggio  per la nuova costituzione nazionale per l’Egitto, proposta dalla coalizione attuale, guidata dal Generale Sisi.  I fratelli Islamici stanno rigettando questa costituzione, che separa i partiti islamici  dall’avere controllo diretto sul governo. Se la costituzione  riesce a passare, verrà fissata una data per le elezioni parlamentari e presidenziali.

Questa settimana hanno dimostrato 10,000 operai nel distretto di Tenata a favore di Sisi, incoraggiandolo a candidarsi per la presidenza. Sisi è considerato essere la figura piu’ forte in Egitto oggi, e una buona speranza per la stabilità, sicurezza e per un’ istituzione democratica. Pregate affinchè ci possa essere una pacificazione nella società Egiziana.


Rifuggiati o immigranti illegali

Circa 53,000 immigranti illegali cercano asilo politico e un posto di lavoro in Israele oggi. (approssimativamente 35,000 dall’Eritrea, 13,000 dal Sudan, e il resto da diversi nazioni dell’Africa come il Gongo e l’Etiopia). La società Israeliana non sa bene se considerarli come rifugiati e quindi degni di protezione, o lavoratori illegali che dovrebbero essere rimpatriati. Pregate per il ns. Ministro degli interni, Gideon Saar, e che sia deciso secondo giustizia.

 


Redenzione dalla maledizione di Babele

Troy B. Wallace

In Genesi 11 : 1 è detto: “Tutta la terra parlava la stessa lingua e usava le stesse parole.”  Un popolo unificato e con uno stesso linguaggio si ribello’ a Dio. Dio rispose confondendo il loro linguaggio e disperdendoli  su tutta la faccia della terra. Le moltitudini dei linguaggi  parlati in tutto il globo sono il risultato di quell’evento.

Recentemente ho partecipato ad un incontro di Leadership Summit alla Casa di Preghiera Internazionale nel Kansas. Uno dei soggetti di preghiera e di discussione era la possibilità  del testo della Bibbia di essere tradotto in ogni lingua parlata sulla terra nei prossimi 10 o 20 anni. Mentre pregavamo il Signore  parlo’ al mio cuore “ se i concetti dei testi biblici fossero stati messi in ogni lingua, i credenti in Yeshua in tutto il mondo avrebbero un linguaggio comune di nuovo.” Ci sarebbero ancora una moltitudine di lingue, tribu’ e popoli. Ma il rimanente di ogni gruppo linguistico avrebbe le parole della realtà della Bibbia come linguaggio comune.

Puoi immaginare la potenza di quel rimanente di ogni lingua sulla terra che prega e canta frasi bibliche al Signore (Apocalisse 7.9-11)Potrebbe redimerci dalla maledizione di una ribellione corporativa? Come? Dando lode a Lui in tutte quelle lingue originate da quell’evento di peccato di ribellione. Il testo in Genesi 11:6 ci dice che con una stessa lingua “ Niente impedirà loro di portare a termine  cio’ che hanno determinato.”  Preghiamo che questo progetto possa completarsi in questa generazione.


Torna ad Articoli 2014

Torna ad Articol