Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 6 de Settembre 2019 Revive Israel Ministrie

Il leone e l’agnello (Parte 1)

Asher Intrater

lion

Ci sono due immagini del Messia in tutta la Legge e i Profeti. Una di queste è un servitore sofferente; l'altra è il re che conquista. I rabbini chiamarono queste due figure messia figlio di Giuseppe e messia figlio di David. L'idea era che Giuseppe soffrì per mano dei suoi fratelli in una prigione egiziana. La figura di Davide era un re che governava all’apice  del potere.

Comunque, questa distinzione è scorretta poiché sia Giuseppe che Davide hanno sofferto e entrambi hanno governato. (D’altra parte, vi è un significato corretto e nascosto in quel confronto, poiché Giuseppe governava  tra i Gentili, e Davide governava all’interno di Israele). Il Messia deve governare sia come capo della Chiesa internazionale sia come re di Giuda/Israele.

Come provarono i Rabbini a risolvere il paradosso del Messia come servitore sofferente o re conquistatore? Alcuni credettero che ci fossero due diversi Messia. Altri considerarono questo come due alternative. (Se il popolo fosse stato giusto, il Messia sarebbe venuto come un conquistatore; se il popolo fosse stato peccatore, allora il Messia sarebbe venuto a soffrire).

Noi troviamo la soluzione nei Vangeli: il Messia deve prima venire per soffrire e morire; e in seguito Egli verrà a conquistare e a governare. Il modello della sofferenza prima e del dominio dopo può essere trovato in molti punti differenti nella Legge e nei Profeti.

Lui è entrambi

Davide soffrì per le mani di Saul; e dopo governò su Gerusalemme. Giuseppe soffrì per le mani dei suoi fratelli e in prigione, e dopo governò in Egitto. Molti dei giusti hanno solo sofferto, altri hanno governato. Ma l’immagine della sofferenza associata alla conquista si ripete.

In Zaccaria 9:9, il Messia è raffigurato mentre viene a Gerusalemme cavalcando un asino in umiltà. In Daniele 7: 13-14, possiamo vederlo arrivare tra le nuvole del cielo prima dei tempi antichi. L'immagine della giusta sofferenza può essere simboleggiata da un agnello ucciso;  il re conquistatore simboleggiato da un leone ruggente. Yeshua è entrambi:

“...ecco, il Leone della tribù di Giuda, la Radice di Davide, ha vinto per aprire il libro e sciogliere i suoi sette sigilli». 6 Poi vidi ritto, in mezzo al trono e ai quattro esseri viventi e in mezzo agli anziani, un Agnello come ucciso...” Apocalisse 5:5-6

Nella seconda parte approfondiremo l’argomento su Yeshua, visto sia come Leone che come Agnello e su come le Sue qualità devono essere applicate alle nostre vite.


Quando confrontarsi? 

Jeremiah

Jeremiah Smilovici evitò di confrontarsi con gli altri quando questi dissero e fecero cose che lo infastidivano. Questo mise un muro di separazione tra se stesso e gli altri. 

Guarda QUI!

Sottotitoli in: danese, tedesco, francese, coreano, portoghese, spagnolo.


Torna ad Articol