Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 13 de Novembre 2020 Revive Israel Ministrie

Prendendo in mano la spada?

da Asher Intrater

sword

La Bibbia fa una distinzione tra "prendere armi" e "portare armi". Comprendere questa differenza ha ampie implicazioni sulla situazione politica odierna.

Ci sono stati casi moderni di uso improprio delle armi da parte della polizia, anche quello che sembra essere stato omicidio colposo o omicidio. D'altra parte, ci sono stati casi moderni di illegalità che si sono manifestati in saccheggi diffusi e attività criminali. E allo stesso tempo, ci sono state massicce proteste che tentano di delegittimare del tutto la polizia.

In Europa c'è stata una nuova esplosione di attacchi terroristici da parte di estremisti islamici, e poi proteste violente quando la polizia è intervenuta per fermare quegli attacchi terroristici. In Armenia e Azerbaigian sono in corso lotte interculturali, con l'intervento della Turchia.

Nonostante il fatto che tutti questi eventi siano molto complessi e difficili da capire, vale la pena notare alcuni principi biblici nel tentativo di fare un discernimento.

Yeshua (Gesù) avvertì i Suoi discepoli: "Tutti quelli che impugnano la spada moriranno di spada" - Matteo 26:52. La ribellione armata non è il modo per portare il regno di Dio. "Impugnare la spada" in questo contesto significa usare armi senza sottomissione alla polizia o all'esercito legalmente ordinati. È usare le armi per rovesciare il governo.

Principio di sottomissione alla legittima autorità

Il principio scritturale è che il potere deve essere sempre sottoposto all'autorità legittima. Le armi sono una sorta di potere e devono essere sottoposte a un governo legale.

Al tempo della distruzione del Secondo Tempio (la generazione dei discepoli di Yeshua), bande di zeloti si ribellarono contro l'Impero Romano. Sebbene quegli sforzi sembrassero patriottici, sionistici e messianici, non erano da Dio. Ci furono guerre e ribellioni nella generazione sia prima che dopo Yeshua. Possono essere paragonati ai ribelli al tempo di Geremia che si ribellarono contro l'Impero Babilonese e uccisero persino Gedaliah, il governatore designato di Giuda (Geremia 41). Lo zelo religioso diretto in modo errato può effettivamente portare all'ira di Dio.

Yeshua ha predicato per portare un nuovo regno (Giovanni 18: 33-37). Tuttavia, quel regno non sarebbe stato portato attraverso il potere delle armi armate, ma attraverso la predicazione dell'amore, della verità, della santità e della croce, operando nei cuori delle persone.

D'altra parte, forze di polizia e militari legittime svolgono un ruolo ordinato da Dio nella società per proteggere le persone dai criminali e dai nemici. "Poiché egli è il ministro di Dio per voi per il bene ... non porta la spada invano" - Romani 13: 4.

La maggior parte della comunità credente messianica in Israele serve e sostiene l'esercito israeliano. Noi consideriamo questo parte del nostro servizio a Dio e alla nazione. Una delle caratteristiche dei gruppi terroristici è che si rifiutano di portare le proprie armi sotto l'autorità, anche l'autorità del proprio governo.

La polizia ha pistole e i criminali hanno pistole. Tuttavia, non c'è equivalenza morale tra di loro. Ciò non significa, ovviamente, che i governi non possano diventare reprobi. Se il governo è malvagio, lo saranno anche i loro militari.

Un governo malvagio e il suo esercito possono essere giudicati attraverso la guerra. Tuttavia, c'è una differenza tra un governo malvagio che deve essere rovesciato e la necessità di un governo legittimo nel chiedere la sottomissione e il controllo delle armi.

Quando Israele divenne per la prima volta uno Stato, il primo ministro Ben Gurion chiese che tutte le milizie indipendenti all'interno di Israele dovessero consegnare le loro armi all'esercito israeliano appena formato. Al famoso incidente di Altalena, Ben Gurion ordinò persino che una nave sotto il controllo di Menachem Begin fosse bombardata e affondata per il rifiuto di presentare le loro armi al governo.

La questione degli individui che dispongono di armi per difendersi personalmente dal pericolo è un'altra questione. Yeshua ha approvato l'uso limitato delle armi per l'autodifesa e la protezione personale. Luca 22:36, 37 - "Chi non ha una spada, venda la propria veste e ne compri una ..." I suoi discepoli dissero: "Signore, ecco due spade". Disse loro: "Questo è abbastanza".

Io capisco che ciò significhi che un numero così piccolo di armi sia solo per l'auto-protezione e non per una rivolta armata per rovesciare il governo o per far avanzare il Suo regno. Lo interpreto come il diritto civile all'autoprotezione portando armi, mentre la ribellione armata non è un diritto civile.

In sintesi, la posizione biblica:

1. Condanna la ribellione armata, l'anarchia e le armi usate in attività criminali.

2. Supporta l'uso legittimo delle armi da parte della polizia e dell'esercito autorizzati dal governo.

3. La polizia e l'esercito devono essere regolati da leggi di integrità, rettitudine e "purezza" delle armi.

4. L'uso limitato delle armi per la difesa personale è legittimo e talvolta necessario.

Discernere la differenza tra l'uso di armi legittimo e illegittimo è fondamentale per comprendere gli attuali conflitti politici.


Trasmissione globale | 12 novembre 2020

worship

Unisciti alla nostra trasmissione globale per un momento di adorazione e una parola tempestiva dal nostro team in Israele. Non vediamo l'ora che arrivi questo momento con te. Ti chiediamo gentilmente di condividere questa trasmissione con amici e familiari. Più persone raggiungiamo, più persone sono benedette!

Guarda adesso!


Torna ad Articol